24 Hours Trotter
stai leggendo

Cosa vedere a Brighton in un giorno: guida della città

0
Europa

Cosa vedere a Brighton in un giorno: guida della città

cosa vedere a Brighton

Una vera e propria scoperta. Città di mare che conta circa 160mila abitanti, situata a sud di Londra, ad un’ora di treno dalla capitale britannica. È qui che si respira la tipica atmosfera inglese, ben diversa da quella multietnica e multiculturale della vicina metropoli. Il turismo prevalentemente balneare si è sviluppato a Brighton negli anni Sessanta, quando molti medici cominciarono ad indirizzare i propri pazienti verso un luogo dove il clima fosse più mite e consentisse loro di beneficiare dei vantaggi che solo il mare può donare alla salute. Oggi è una delle località balneari più frequentate della Gran Bretagna, cool e gay-friendly. Annualmente si tiene uno dei gay pride più famosi d’Europa, solitamente il primo weekend di agosto. Ma cosa vedere a Brighton in un giorno?

Cosa vedere a Brighton in un giorno

The Lanes

The Lanes, le caratteristiche stradine con negozi, locali e abitazioni dalle pareti pastello, sono il tratto distintivo di Brighton. Durante il pride vengono addobbate a festa. Brighton è nota ai più anche per i capolavori di street art sparsi per le sue strade. Un tempo i muri – tra le tante –  hanno ospitato la famosa opera di Banksy Kissing Coppers, ma poiché l’originale fu danneggiato svariate volte, il proprietario del bar decise di vendere il pezzo di muro all’asta.

Royal Pavillon

Principale attrazione turistica di Brighton è il Royal Pavillon, che Giorgio IV fece costruire alla fine del Settecento per trascorrervi del tempo lontano dai suoi familiari conservatori. Egli amava molto i fasti della vita mondana e lo sfarzo, motivo per cui il palazzo fu costruito in uno stile completamente diverso da quello dei regali edifici inglesi dell’epoca, al fine di catturare l’attenzione di chiunque ospitasse.

Già dall’esterno ne traspare tutta la stravaganza: è palesemente ispirato al Tajmahal e all’architettura indiana. Gli arredi presenti all’interno, invece, richiamano le atmosfere cinesi. Nel 1850 la regina Vittoria, nipote di Giorgio IV, poiché non amava molto recarsi a Brighton, donò il palazzo alla città, che ne è tuttora proprietaria.

Palace Pier

Il molo di Brighton,  Palace Pier, non è molto diverso dai moli californiani. Brulica di ristoranti dove gustare ottimi fish & chips, di bar e c’è persino un mini luna park con tanto di ruota panoramica. Piccola nota dolente: bisogna prestare molta attenzione ai gabbiani, che possono essere davvero fastidiosi e…pericolosi!

Ecco cosa vedere a Brighton in un giorno. Gambe in spalla ed enjoy! Prendetevi una pausa dal caos (seppur bellissimo) londinese.

Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbe interessarvi anche leggere qualcosa su una Londra insolita e su Londra a Natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguimi su Instagram