24 Hours Trotter
stai leggendo
Cosa vedere a Parma in un giorno
2
Italia

Cosa vedere a Parma in un giorno

cosa vedere a Parma

Cosa vedere a Parma in un giorno?

Conosciuta come la capitale mondiale della gastronomia, Parma e la sua Food Valley celano infinite tradizioni, non solo da gustare.

Cosa vedere a Parma

Il centro storico di Parma è piccolino e si gira in poco tempo a piedi o in bici.

Un itinerario da seguire dovrebbe partire dalla centralissima Piazza Garibaldi per continuare verso il Duomo e il Battistero. Rotta poi verso la Basilica di Santa Maria della Steccata, la Camera di San Paolo con i suoi affreschi del Correggio, il Teatro Regio e il Complesso della Pilotta. All’interno di quest’ultimo si trovano la Galleria Nazionale, il Teatro Farnese e la meravigliosa Biblioteca Palatina. Non resta, quindi, che perdersi tra i borghi coloratissimi, i negozi di antiquariato, il profumo di viole e i percorsi di gusto.

cosa vedere a Parma
Piazza Garibaldi a Parma

Il Duomo di Parma – Cattedrale di Santa Maria Assunta

Se non sapete cosa vedere a Parma potete cominciare dalla sua attrazione principale, Piazza Duomo, dove si concentrano due dei monumenti più visitati dell’intera Emilia-Romagna.

Il Duomo di Parma fu riedificato sul finire dell’anno mille dopo un incendio che disintegrò una basilica paleocristiana che sorgeva al suo posto. La struttura esterna è romanica mentre al suo interno si trovano affreschi rinascimentali di gran pregio. La bellissima cupola è stata, infatti, affrescata dal Correggio.

Il duomo custodisce al suo interno anche una scultura dell’Antelami, vero protagonista del Battistero che si trova a pochi passi dalla cattedrale.

duomo di Parma
bassorilievo di Antelami nel Duomo di Parma

Il Battistero

Il luogo di culto fu progettato da Benedetto Antelami e costruito a cavallo tra l’XI e il XII secolo. La struttura è stata scolpita in marmo rosa di Verona. All’interno, la bellezza della cupola ruba la scena: tra i sei cerchi concentrici in cui è suddivisa, sono ben visibili influenze pittoriche bizantine. Anche la vasca battesimale è stata realizzata in marmo rosa di Verona.

La biglietteria si trova all’interno del Museo Diocesano e il biglietto intero costa 12,00 €.

Basilica di Santa Maria della Steccata

È la chiesa più imponente di Parma. La sua monumentale struttura barocco-rinascimentale fu realizzata tra il 1521 e il 1539. L’interno della basilica è adornato da affreschi del Parmigianino, mentre la cupola è stata dipinta da Bernardino Gatti.

cosa vedere a Parma
i maestosi esterni della basilica della Steccata
Basilica Santa Maria della steccata Parma
la cupola della basilica affrescata da Bernardino Gatti

Camera di San Paolo

Si tratta di un ambiente dell’ex monastero di San Paolo, nel cuore di Parma, celebre perché al suo interno le pareti sono state affrescate dal Correggio. Nello specifico, la decorazione riguarda la volta della stanza con il camino e la sua cappa. Sono ben visibili riferimenti alla dea Diana.

Camera di San Paolo Parma
Camera di San Paolo

Teatro Regio

Tra i teatri più belli d’Italia e d’Europa, il Teatro Regio di Parma fu il primo ad essere pubblico, ossia il primo ad accogliere (dietro pagamento di un biglietto) anche le classi sociali meno abbienti oltre ai nobili. Fu la duchessa Maria Luigia d’Amburgo, seconda moglie di Napoleone, a volerlo. L’edificio si ispira all’architettura neoclassica con rifacimenti a templi e la ricerca di simmetrie ad ogni costo. A terra è ancora visibile il pavimento originale realizzato in marmo di Carrara.

teatro regio Parma
interni del Teatro Regio

Cosa vedere a Parma tra i Musei

Complesso della Pilotta

Quando Parma ha ottenuto il titolo di Capitale italiana della cultura nel 2020, la Pilotta ha sicuramente giocato un ruolo di favore nell’ottenimento del prestigioso riconoscimento. Il complesso museale racchiude al suo interno la Galleria Nazionale che, tra i tanti, ospita La Scapigliata di Leonardo da Vinci, la Biblioteca Palatina e il meraviglioso Teatro Farnese realizzato interamente in legno.

Il biglietto intero costa 10,00 € e si può acquistare online sul sito ufficiale del Complesso della Pilotta.

biblioteca Palatina
la biblioteca Palatina all’interno della Pilotta

LEGGI ANCHE: tutti i Musei a Parma

Cosa vedere a Parma “Oltretorrente”

È il quartiere vivo e multietnico di Parma, pieno di studenti, locali e negozi, ma anche quello che vanta una delle aree verdi più frequentate e ben tenute.

Parco Ducale

È la più bella area verde del comune di Parma, gioiellino fortemente voluto dal duca Ottavio Farnese nel Cinquecento. Verso la fine del parco si trova una peschiera con al centro un isolotto con la fontana del Trianon.

parco ducale parma
Fontana del Trianon nel Parco Ducale

Chiesa dell’Annunziata

L’ingresso è maestoso per la presenza di un rilievo in stucco risalente alla seconda metà del XVII secolo che richiama il tema dell’Annunciazione. La chiesa fu realizzata nella seconda metà del Cinquecento e al suo interno, dietro l’abside, custodisce una bellissima pala del 1518 che raffigura una Madonna con bambino.

Di fianco alla chiesa, il sabato mattina si tiene il mercatino Coldiretti dei produttori locali, un ottimo modo per iniziare la giornata!

parma in un giorno
portale Chiesa dell’Annunziata in via Massimo d’Azeglio nel quartiere Oltretorrente

Cosa e dove mangiare nel centro storico di Parma

Nell’intera Food Valley avrete l’imbarazzo della scelta. Più che dove mangiare a Parma, bisognerà chiedersi cosa mangiare a Parma, capitale mondiale della gastronomia. A pranzo optate per dei tortelli alle erbe. Per un veloce brunch all’italiana c’è lo gnocco fritto (che a Parma prende il nome di torta fritta) da accompagnare con qualche fetta di prosciutto crudo di Parma e scaglie di Parmigiano. Infine, per una pausa dolce all’ora della merenda si assaggia la duchessa o la torta Susanna. Concludete la giornata con una cena a base di anolini in brodo e un calice di lambrusco.

cosa mangiare a parma
anolini in brodo

Ristoranti consigliati a Parma

  • Osteria della Ghiaia a pranzo
  • Enoteca Tabarro per un aperitivo tipico ma ricercato
  • Trattoria Sorelle Picchi per una cena in Via Farini, la strada della movida parmense

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.