cosa vedere ad atene
Europa

Cosa vedere ad Atene in un weekend: itinerario

Tra le capitali europee più sottovalutate, talvolta quasi snobbata, la città dove calore, gentilezza, ospitalità, apertura mentale e vitalità sono gli unici imperativi. È l’antica culla della modernità, crocevia di popoli e tradizioni. Sono proprio il caos e tutte le sue imperfezioni a renderla perfetta, viva. Cosa vedere ad Atene in un weekend? Due o tre giorni possono bastare per avere il giusto impatto con la città, visitare le principali attrazioni. Fortunatamente, molti dei monumenti sono situati in posizione centrale e non lontani gli uni dagli altri, cosicché risulti anche semplice girare sempre a piedi.

Noi abbiamo alloggiato presso l’Hotel Omiros a pochi passi da Piazza Sintagma, sede del Parlamento greco. La posizione in pochi minuti permette di raggiungere i luoghi turistici più importanti della città.

Cosa vedere ad Atene: Kolonaki e Monte Licabetto

Dopo un abbondante pranzo a base di specialità greche in una graziosa ed economica trattoria, To Paradosiako, a pochi passi dall’albergo, iniziate il vostro tour da Piazza Sintagma. Attraversate le eleganti vie di Kolonaki prima di salire sul monte Licabetto per ammirare il panorama dal punto più alto della città. Trattenetevi fino al tramonto: lo spettacolo dinanzi ai vostri occhi difficilmente lo dimenticherete. Un’immensa distesa di case bianche, quasi un formicaio, ricorda l’atmosfera delle grandi metropoli mediorientali.

Cosa vedere ad Atene: Gazi e Psirri

Una volta tornati sul livello del mare sarete abbastanza affamati per addentrarvi nei quartieri della movida, Gazi e Psirri. Un salto da Sermpetospito è d’obbligo, dove un simpatico cameriere vi accoglierà con una cioccolata fondente alla quale è davvero impossibile resistere. Nancy, la gentilissima proprietaria parla molto bene anche l’italiano perché ha trascorso un anno a Roma per motivi di studio.

In tarda serata potete fare tappa da Quick Pitta, che serve pita, kebab ed altri piatti tipici di buona qualità a buon prezzo. L’ospitalità greca insisterà nell’offrirvi un bicchierino di Ouzo (il tipico liquore greco all’anice) prima del conto. Solo così potrete iniziare al meglio il vostro weekend ad Atene!

Cosa vedere ad Atene: Acropoli, Plaka e Monastiraki

Spendete mezza giornata nel luogo che per secoli e secoli è stato il simbolo della grandezza dell’antica civiltà greca: l’Acropoli, tra i resti del Partenone e il bellissimo tempietto della Cariatidi.

Nel primo pomeriggio dedicatevi all’acquisto di souvenir nei mercatini della Plaka e nella scenografica Monastiraki, con il Partenone che veglia dall’alto.

Cosa vedere ad Atene: Museo Archeologico, tempio di Zeus e Panatinaiko

Impiegate il resto del tempo per visitare il tempio di Zeus, il Panatinaiko (stadio sede delle prime olimpiadi nell’antichità) e il museo archeologico, nel quale sono conservati i più importanti reperti che testimoniano la grandezza della civiltà greca.

Vi lascio con un piccolo pensiero, che per me racchiude perfettamente questi tre giorni nella culla d’Europa.

“Sentite il suono del vento che soffia tra le colonne. È lo stesso che l’umanità ha sentito per secoli. È il suono della natura che incontra l’immaginazione umana. E per me questa è la storia”.

(da “le mie grosse grasse vacanze greche”)

Se vi è piaciuto questo articolo, forse potrebbe interessarvi Budapest in 3 giorni o Weekend a Praga.

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.