estate 2020
LIFESTYLE & TRAVEL TRENDS

Estate 2020, dove andare in vacanza

È ormai noto che le vacanze di quest’estate 2020 siano differenti, le mete non saranno le solite destinazioni predilette dal turismo di massa ma tutte quelle località all’insegna del distanziamento sociale.

Ecco qui una carrellata di idee per chi non ha ancora deciso cosa fare, quando partire e se partire.

Estate 2020, dove andare in vacanza: Dolomiti

Dichiarate patrimonio mondiale dell’Unesco già nel 2009, con i loro colori sono in grado di stregare chiunque, dall’alba al tramonto. Per quanto riguarda le possibili attività, avrete l’imbarazzo della scelta tra trekking, kayak, mountain bike, escursioni a piedi alla scoperta dei meravigliosi laghi.

Estate 2020, dove andare in vacanza: Langhe

Anche le morbide colline piemontesi tra Asti e Cuneo sono state inserite dal 2014 nella lista dei beni patrimonio dell’umanità; riempitevi gli occhi con il verde che domina in estate, sorseggiate un calice di barolo mentre vi affacciate a guardare i paesaggi dal bordo piscina in un antico casolare.

Estate 2020, dove andare in vacanza: Marche

Tra le regioni assolutamente da visitare nel 2020 secondo Lonely Planet. Per gli italiani è arrivato il momento di approfittare del covid per starsene nel belpaese a viaggiare alla scoperta delle meraviglie nostrane: d’obbligo un bagno nell’acqua cristallina del Conero e una passeggiata nel meraviglioso borgo di Sirolo. Da visitare anche gli appartamenti di Giacomo Leopardi a Recanati, finalmente riaperti al pubblico.

Estate 2020, dove andare in vacanza: Trabocchi

Erano nient’altro che delle antiche macchine da pesca diffuse sulle coste dell’Abruzzo, del Molise e del Gargano, probabilmente importate dai Fenici. La loro presenza è una costante nel paesaggio della provincia di Chieti (Costa dei Trabocchi), ma si trovano anche nella zona di Termoli, a Vieste e Peschici. Interessante un tour che ne segua le tracce. Tra l’altro, sappiate che il New York times aveva inserito il Molise tra le mete da visitare nel 2020.

Estate 2020, dove andare in vacanza: Chianti

Zona tra Firenze, Siena ed Arezzo, meno gettonata della Val d’Orcia, ma con un’offerta ricettiva e gastronomica che non ha nulla da invidiarle. Perdetevi tra le sinuose colline, i borghi, il vino, scegliete un agriturismo dove possiate sostare all’insegna del relax, del mangiar e bere bene.

Cilento: la Campania non è solo Napoli, Pompei o la Costiera Amalfitana. La provincia di Salerno è ancorata al mito, è ricca di storia (si pensi alla città di Capaccio che vanta l’area archeologica di Paestum), di bandiere blu (Agropoli, Ascea, Casal Velino, Castellabate, Ispani, Montecorice, Palinuro, Pollica, Sapri, Vibonati) e di prodotti tipici invidiati dal mondo intero. Vogliamo parlare della “zizzona” di Battipaglia?

Estate 2020, dove andare in vacanza: Calanchi

La Basilicata è piena di questi solchi nel terreno, lungo i fianchi dei monti. Sembrano autentici paesaggi lunari quelli della provincia di Matera, ma non li conosce quasi nessuno. Fortuna che la Regione Basilicata, dal 2011, ha pensato di tutelarli istituendo la Riserva Regionale dei calanchi di Montalbano Jonico, che è anche un bellissimo borgo. Se passate da Matera, quindi, non dimenticatevi che in Basilicata c’è di più.

Estate 2020, dove andare in vacanza: Calabria

Era stata inserita dal NY times tra le mete da visitare nel 2017, soprattutto per ragioni gastronomiche, la ‘nduja e la cipolla di Tropea vi dicono forse qualcosa? Purtroppo però, non è servito a darle il peso che merita. Talvolta la carenza di infrastrutture e servizi non invoglia i turisti a recarsi nella regione, nemmeno dall’Italia. Eppure, tra cibo e mare se la cava piuttosto bene. Non pensate sia giunto il momento di approfittare?

View this post on Instagram

LE CIPOLLE ROSSE DI TROPEA. 🇮🇹 Certamente ai primi posti di una ipotetica graduatoria delle eccellenze gastronomiche della regione, tale frutto della terra, di forma ovale o tonda, dal sapore dolce ed altamente digeribile, viene coltivato nel territorio posto a ridosso della costa tirrenica, nella zona che parte dalla piana di Sant'Eufemia e che termina nelle vicinanze del promontorio di Capo Vaticano; qui trova terreni fertili ed un clima mite tutto l'anno. La cipolla rossa di Tropea, ormai esportata in tutto il mondo, trova uso nelle principali ricette della tradizione calabrese, cotta o cruda, intera o a fettine e, da alcuni anni, viene regolarmente inserita nelle diete dei migliori cuochi e nei menu dei più quotati ristoranti italiani ed europei. . 🇬🇧 Certainly at the top of a hypothetical ranking of the gastronomic excellences of the region, this fruit of the earth, oval or round, with a sweet and highly digestible flavor, is grown in the area near the Tyrrhenian coast, in the area that starts from the plain of Sant'Eufemia and ending near the Capo Vaticano promontory; here it finds fertile soils and a mild climate all year round. Tropea red onion, now exported all over the world, is used in the main recipes of the Calabrian tradition, cooked or raw, whole or sliced ​​and, for some years, it has been regularly included in the diets of the best chefs and in the menus of the most popular italian and european restaurants. . #visitcalabria #ilikecalabria #calabria #calabriatourism #cipolle #cipolladitropea #cipollerosseditropea #cipollerosse #cipolla #onion #redonion #tropea #capovaticano #kalabrien #foodporn #food #foodphotography #italianfood #calabriadaamare #cucinaitaliana #cucina #ricette #cuisine #cucinarechepassione #cucinare #italy #travel #southernitaly #tropeabeach #vegan

A post shared by VisitCalabria.it © (@visit_calabria_) on

5 Comments

  • MARTINA BRESSAN

    Io ho la fortuna di vivere in Veneto e di avere così accesso alle bellissime Dolomiti. Solitamente in estate dedichiamo sempre qualche fine settimana in montagna perchè ci piace fare trekking. Quest’estate penso che farò una settimana in montagna e una settimana in Puglia (anche la Campania mi attira però…). Comunque l’idea di seguire un tour che segue la tracce dei Trabocchi, mi sembra un’esperienza davvero unica!

  • Silvia The Food Traveler

    Io consiglio le Langhe, ma sono piemontese quindi sono mooolto di parte 😉 Comunque si tratta di una zona davvero bella e non ancora molto conosciuta: a molto da offrire sia dal punto di vista dei paesaggi che della gastronomia.
    Tra le altre mete, mi ispirano molto le Marche che non conosco affatto. Ottime idee per i prossimi mesi di vacanze italiane.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.