viaggio di un giorno in Europa
LIFESTYLE & TRAVEL TRENDS

Come organizzare un viaggio di un giorno in Europa

Europa in un giorno sembra quasi uno slogan, suona bene ed effettivamente da qualche anno le compagnie low cost hanno permesso, grazie al crescente numero di collegamenti, che ciò divenisse una realtà concreta. Che sia per un colloquio di lavoro o semplicemente per cambiare aria, ecco qualche dritta per organizzare un viaggio di un giorno in Europa con facilità.

Viaggio di un giorno in Europa: tutte le dritte

viaggio di un giorno in Europa

Regola numero uno: scegliere un volo con orari “comodi”

Non vorrai mica partire a metà giornata? Il tuo obiettivo è recuperare più tempo possibile, perciò la prima cosa da fare è scegliere il primo volo disponibile della giornata. Molte compagnie low cost pianificano i propri voli da e per le principali città europee sin dalle prime luci dell’alba. Tutte le volte che ho intrapreso l’avventura del viaggio lampo sono partita non più tardi delle 7 a.m. e tornata con l’ultimo volo disponibile.

Regola numero due: informarsi sui transfer dall’aeroporto e comprare prima i biglietti

Supponiamo che il volo sia arrivato in orario e che tutto sia filato liscio (d’altronde, non devi neppure aspettare il bagaglio imbarcato). Potresti mai perdere tempo, in aeroporto, per capire come raggiungere il centro della città? Potresti mai metterti in fila per comprare i ticket di bus o treno? Sarebbe un’ulteriore perdita di tempo. Quindi, prima di partire cerca bene e scegli un servizio transfer che fa per te e la compagnia alla quale affidarti. Ti consiglio di optare per il mezzo più rapido, anche se un po’ meno conveniente in termini di prezzo.

Regola numero tre: pianificare in anticipo l’itinerario

È chiaro che in un giorno non riuscirete a vedere tutto, o quantomeno dovreste rinunciare a qualcosa. Di solito 10-12 ore sono sufficienti per avere un primo impatto con le attrazioni più famose e centrali. Io rinuncio alle metro (tranne quando sono a Londra) e cerco di godermi l’atmosfera della città camminando e osservando quello che mi circonda. Se hai un buon passo magari potresti inserire nell’itinerario la visita di qualche museo, salvo poi approfondirla quando tornerai una seconda volta.

Regola numero quattro: pranzo veloce

Assaporare la gastronomia di un Paese è sempre la parte migliore del viaggio. Tuttavia, se il tempo è poco, questo piacere dovresti metterlo da parte. L’ideale sarebbe portare con sé un pranzo a sacco (magari un sandwich e qualche barretta energetica) oppure fermarsi al volo a comprare street food in qualche mercato locale. Scordati, però, di poter perdere una o due ore comodamente seduto ai tavoli di quel famoso ristorante tanto sognato (a meno che non sia il motivo stesso del tuo viaggio di un giorno in Europa).

Regola numero cinque: nello zaino solo il necessario

Portarsi dietro cose inutili sapendo di dover restare fuori solo una manciata di ore non è conveniente. Le uniche cose indispensabili saranno il documento d’identità, lo smartphone con la carta d’imbarco caricata e Google Maps funzionante, un powerbank, un ombrello (se non sei partiti con l’impermeabile), bancomat e salviette disinfettanti per igienizzare le mani quando serve.

Regola numero sei: indossa delle scarpe comode

Camminerai ininterrottamente (o quasi) per ore e per km. Il tuo viaggio di un giorno in Europa diventerebbe un incubo se indossassi delle scarpe inadeguate. Scegli il paio più comodo dalla scarpiera e non aver paura di stancarti!

Se hai trovato utile questa guida, dai un’occhiata a Europa in un giorno. Gambe in spalla!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.