24 Hours Trotter

Posti instagrammabili Roma: i luoghi da fotografare

Appassionati di Instagram all’appello! Siete pronti a partire per un tour diverso dal solito? Vi accompagnerò alla scoperta dei posti instagrammabili a Roma e di tutti i migliori luoghi da fotografare, noti e meno noti.

Posti instagrammabili Roma: centro storico

Chi si appresta a visitare la capitale per la prima volta, non potrà che partire dal suo meraviglioso centro storico senza tempo. Durante le visite ai principali monumenti, lasciatevi qualche minuto per scattare delle foto da condividere con amici e parenti.

Colosseo

Unico ed inimitabile simbolo di Roma, nonché una delle sette meraviglie del mondo: il nostro Colosseo. Orgoglio d’Italia, è lì in piedi immobile e fiero da quasi duemila anni, precisamente dal 70 d.C.

Altare della Patria

Definirlo solo monumentale sarebbe riduttivo. Secondo alcuni, il suo aspetto ricorda vagamente quello di una gigantesca macchina da scrivere. Il momento migliore per fotografarlo è al tramonto, quando il cielo si tinge di mille colori e il bianco del suo marmo spicca ancor di più.

Piazza di Spagna

Roma barocca, elegante e maestosa: piazza di Spagna con la sua scalinata da far invidia al mondo intero. Il momento migliore per goderne senza frotte di turisti è all’alba, e solo alle prime luci del mattino riuscirete a scattare quasi indisturbati.

Via Margutta

Dietro Piazza di Spagna, parallela di via del Babuino con le sue lussuose boutique, via Margutta è, invece, la strada dei pittori, degli scultori e delle gallerie d’arte. A primavera c’è un angolo in cui fioriscono dei glicini: non perdetevelo per nessuna ragione.

Fontana di Trevi

Altro simbolo indiscusso di Roma, dove vale di nuovo la regola delle prime ore del mattino: in tutti gli altri momenti della giornata rischiereste di non potervi avvicinare e di non cogliere la totalità della sua bellezza.

Pantheon

Originariamente dedicato a tutti gli dei dell’antica Roma, oggi è una chiesa che ospita le salme dei principali monarchi Savoia. C’è un buco sulla sommità, dal quale entra la luce, ma non l’acqua quando piove, grazie all’architettura della cupola che la lascia scivolare lateralmente.

Piazza Navona

I colori tenui e delicati, assieme alla bellezza della Fontana dei quattro Fiumi del Bernini, rendono Piazza Navona uno degli angoli più amati della capitale. Se deciderete di pranzare al ristorante Terrazza Borromini, avrete la possibilità di godere di una vista su Piazza Navona, che renderà tutto ancora più magico.

Castel Sant’Angelo

C’è un ponte sul Tevere da percorrere, che è tempestato da statue magnificenti. È qui che dovreste scattare la vostra foto perfetta!

Colonnato di piazza San Pietro

Giocate con le geometrie e cercate di cogliere la giusta prospettiva: il colonnato è un vero capolavoro d’ingegneria artistica, ancora una volta tirata fuori dal genio inimitabile del Bernini.

Scale Musei Vaticani

Sembra quasi che molti turisti, più che essere attratti dalla Cappella Sistina (nella quale è vietato scattare foto), siano catturati dalle particolarissime scale a chiocciola!

Posti instagrammabili Roma: murales e street art

La forza della street art a Roma è esplosa forse con un leggero ritardo rispetto ad altre metropoli europee, come Londra o Berlino. Ma oggi sui muri della capitale sono sorte opere di gran pregio, alcune nate nell’ambito di ampi progetti di riqualificazione urbana.

Ostiense

Antico quartiere operaio, ora oggetto di una massiccia opera di gentrification. Oggi è una zona molto cool, radical chic, piena di studenti e di murales sparsi in ogni dove.

Trullo

È un quartiere abbastanza fuori mano, difficilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Ma vale davvero la pena allontanarsi dai sentieri battuti per scoprire quello che i pittori anonimi del Trullo hanno combinato: arte e poesia si sono incontrate per dar vita ad un’esplosione di parole e di colori senza eguali.

Tor Marancia

Il progetto si chiama Big City Life, ed è nato da un’idea di 999Contemporary, finanziata da Fondazione Roma e dal comune. Sono 22 le opere emblematiche che hanno colorato le facciate delle abitazioni di quartiere. Ognuna con una storia, tutta da scoprire.

Quadraro

Il MU.Ro. (Museo Urbano di Roma) è stato il primo museo a cielo aperto della capitale. Lo scopo? Quello di indirizzare appassionati e turisti verso un luogo insolito, nella periferia sud di Roma, dove tuttavia non mancano pezzi di storia antica. Basti pensare all’acquedotto nel vicino parco di Tor Fiscale, se vi stancate a stare dietro ai meravigliosi murales.

Posti instagrammabili Roma: architettura moderna

Roma è eterna finché dura. I monumenti legati agli antichi romani non sono certo gli unici a meritare qualche ora del vostro tempo.

Auditorium Parco della Musica

Renzo Piano ha lasciato il segno anche nella capitale, e lo ha fatto con questo meraviglioso auditorium comunale, dove annualmente si tiene il Festival del Cinema di Roma.

Stadio dei Marmi

Nessuna città al mondo può vantare uno stadio d’atletica così elegante e maestoso. Le sculture poste lateralmente ricordano quelle dell’antica Grecia, i corpi sono scolpiti alla perfezione e i richiami alle discipline olimpiche di un tempo sono molto forti.

Colosseo Quadrato EUR

L’EUR è un quartiere che architettonicamente si discosta dal resto della città. Fu costruito in occasione dell’esposizione universale romana del 1942, non tenutasi a causa degli eventi legati alla seconda guerra mondiale.

Exit mobile version