24 Hours Trotter

Le spiagge della Riviera di Ulisse bandiera blu nel 2021

Anche quest’anno le spiagge della Riviera di Ulisse si confermano fiore all’occhiello della regione Lazio e della costa tirrenica. Ben 7 comuni hanno confermato il prezioso riconoscimento della bandiera blu, assegnata in base a vari parametri tra cui qualità delle acque, servizi e sicurezza, gestione ambientale, educazione ambientale e informazione. I litorali che hanno ottenuto la bandiera blu sono Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina, Sperlonga, Gaeta e Ventotene.

Spiagge della Riviera di Ulisse bandiera blu: le più suggestive

1) Spiaggia di Levante a Sperlonga

Sperlonga ha ottenuto la bandiera blu su quasi tutti i tratti di costa per il 25esimo anno di fila. Le sue acque sono cristalline, le spiagge gestite in maniera sostenibile (è un comune plastic free) e facilmente accessibili. Quella di Levante è delimitata dal porto su un lato, e dalla grotta di Tiberio su quello opposto. È la spiaggia più bella dove fare il bagno a Sperlonga.

2) Spiaggia di Ponente a Sperlonga

Ad essa si accede dal centro del paese: se siete in Piazza Fontana, vi basterà superare gli archi bianchi, scendere le scalette e in pochi secondi i vostri piedi cammineranno sulla sabbia chiara e finissima di uno dei migliori tratti della costa laziale.

3) Spiaggia di Bazzano a Sperlonga

Tra i locals è nota come “terza spiaggia“, e in effetti, provenendo da nord, è l’ultima che si incontra prima delle acque di Gaeta. Nei mesi di alta stagione la spiaggia di Bazzano è frequentata soprattutto dai giovani, grazie ad una movida molto accesa.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Sperlonga

4) Spiaggia dell’Arenauta a Gaeta

Delle 7 spiagge di Gaeta, l’Arenauta, conosciuta anche come Spiaggia dei Trecento Gradini, è indubbiamente tra le più suggestive: non è visibile dalla strada litoranea Flacca per via di una roccia che la protegge, e per questo in passato era meta prediletta dai naturisti. Ancora oggi, resta uno dei tratti più wild dell’intero Golfo di Gaeta.

5) Spiaggia di Serapo a Gaeta

Secondo molti, quella di Serapo è la spiaggia più bella di Gaeta. È lunga circa 1,5 km, ed è anche una delle più frequentate. Facilmente raggiungibile dal centro e da Gaeta medievale, giace alle pendici di Monte Orlando. Al largo, si può ammirare quello che sembrerebbe a prima vista un relitto, ma è uno scoglio che ha assunto nel corso degli anni una forma particolare assimilabile a quella di una nave.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Gaeta e cosa fare

6) Spiaggia di Levante a Terracina

Non capita tutti i giorni di immergersi mentre si ammira un monumento di epoca romana che veglia sul mare, dall’alto. Il tempio di Giove Anxur è l’icona di Terracina, e ciò che rende la spiaggia di Levante una cornice unica nel suo genere.

7) Spiaggia di Ponente a Terracina

Se a vegliare sulla spiaggia di Levante c’era il Tempio di Giove, sulla spiaggia di Ponente è il Monte Circeo a caratterizzare lo skyline e a rendere indimenticabili i tramonti osservati dal lungomare di Terracina.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Terracina

8) Litorale di San Felice Circeo

Chi sceglie di venire in vacanza al Circeo verrà proiettato nel fascino dei racconti millenari. Si narra che la maga Circe, quando vide l’eroe omerico approdare su questa costa dalla straordinaria bellezza, se ne innamorò e lo tenne prigioniero per un anno. Ogni luogo sembra appartenere a queste vicende mitologiche: divertitevi a scoprire le grotte nascoste, le calette e a passeggiare sul lungomare attrezzato di San Felice, tenendo d’occhio il promontorio e le ville in stile mediterraneo.

9) Litorale di Sabaudia

Il territorio di Sabaudia ricade all’interno del Parco Nazionale del Circeo. A separare i quattro laghi costieri dal litorale lungo 13 km c’è una duna fitta di vegetazione in perfetto stato. È, infatti, uno dei binomi tutelati dal parco. Si alternano tratti mondani e attrezzati a tratti più wild, dove le onde e il vento la fanno da padrone.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Sabaudia

10) Spiaggia di Cala Nave a Ventotene

L’isola di Ventotene ha origini vulcaniche, perciò aspettatevi una sabbia scura, diversa da quella che siamo abituati a trovare nelle spiagge della Riviera di Ulisse. Ma è proprio la sua fisionomia a renderla un luogo straordinario, ricco di paesaggi di sorprendente bellezza. La spiaggia di Cala Nave è facilmente raggiungibile a piedi dal centro abitato e nonostante il colore scuro della sabbia, è caratterizzata da un’acqua di un blu profondo che vi ruberà il cuore.

Altre Spiagge della Riviera di Ulisse

Pur non avendo ottenuto la bandiera blu nel 2021, ci sono molti tratti di costa nella provincia di Latina che meritano di essere esplorati. Ecco alcune tra le bellissime spiagge della Riviera di Ulisse meno note.

11) Litorale di Fondi

Spesso ci si dimentica persino che a Fondi ci sia il mare. Questo perché, a differenza degli altri comuni della Riviera di Ulisse, il centro storico dista dal litorale 15 minuti di macchina. Eppure, Fondi può vantare ben 15 km di costa bassa e sabbiosa, con una duna meno rigogliosa di quella di Sabaudia in alcuni tratti, ma ugualmente suggestiva. Nel pomeriggio si alza un vento termico che permette di praticare sport acquatici come windsurf, kitesurf e vela. I tratti di spiaggia libera sono dominanti, ma da qualche anno sono stati concessi dei tratti a privati che li hanno attrezzati con chioschi, ombrelloni e lettini.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Fondi

12) Spiaggia delle Bambole

È una delle spiagge più belle della Riviera di Ulisse, si trova tra Sperlonga e Gaeta ma appartiene ad Itri, pur non essendo un comune litoraneo ma situato nell’entroterra. È una lingua sottilissima, in cui si alternano sabbia fina e ciottoli, e l’acqua è color smeraldo. La trasparenza è visibile già dall’alto della strada litoranea Flacca.

13) Spiaggia di Vindicio a Formia

Prima di arrivare sulla spiaggia, c’è una bellissima pineta dove potersi rilassare sotto l’ombra degli alberi a leggere un buon libro. Come suggerisce il nome, questo tratto di spiaggia è piuttosto ventilato, e ciò ha contribuito alla possibilità di praticare sport che sfruttano queste particolari condizioni climatiche.

14) Spiaggia dei Sassolini a Scauri

A pochi km dalla Villa di Mamurra, dal porticciolo romano e dall’Oasi blu di Gianola, sorge la spiaggia dei Sassolini, un unicum nel nostro territorio. Qui fu girata la scena finale del film Il Conte di Montecristo e Nino Manfredi scelse questa location per la sua villa al mare. L’acqua è più limpida che nel resto di Scauri e la spiaggia è privata.

15) Baia di Frontone a Ponza

L’isola di Ponza, nonostante l’elevata qualità delle acque che la caratterizza da sempre, non ha ottenuto la bandiera blu, che tiene conto di moltissimi altri parametri, molto complessi da rispettare specialmente nelle isole. Ma non per questo bisogna dimenticare la bellezza di ogni suo angolo e quella delle sue spiagge, un tesoro inestimabile. Baia di Frontone è raggiungibile sia via mare in taxi boat, che con il trasporto pubblico. Con il bus si arriva alla fermata Frontone e da qui basta seguire un sentiero che vi condurrà alla spiaggia dalla parete rocciosa bianca.

Exit mobile version